alla scoperta della fotografia
cerca nel sito
Accedi al sito
User
Password

Tutti Fotografi | Progresso Fotografico | Riviste Store | Zoom | Zoom 80 90 | Classic Camera | PC Photo | Abbonamenti
Prodotti | Servizi
Reflex | Compatte | Obiettivi
Centro Studi | Test Reflex | Test Obiettivi
Compito a Casa | Concorsi di Fotografia.it | Mi Piace Perché...
Il blog di Fotografia.it | A colloquio con la redazione
Concorsi | Mostre | Workshop
Registro Antifurto
Fotolibreria | Carrello | Abbonamenti
Skip Navigation Links
Dettaglio News
Data Pubblicazione: 31/10/2018

Samsung annuncia due nuovi sensori Isocell da 1/2 pollice
 

Sugli ultimi smartphone coreani Galaxy S9 ed S9 Plus è approdata una tecnologia in grado di simulare il comportamento dell'occhio umano, con la sua capacità di adattarsi alla luce restringendo o allargando la pupilla, chiamata Dual Aperture; ma questo diaframma ad apertura variabile non è stato accolto dal pubblico con il calore che forse l'azienda si aspettava. Samsung però non sta a guardare e decide di tornare a puntare sui megapixel annunciando due nuovi sensori Isocell: GM1 da 48 Mpxl e GD1 da 32 Mpxl.

Probabilmente l'annuncio e la fortuna di Huawei P20 Pro (qui la prova completa), il primo smartphone ad essere dotato di un sensore da 40 Mpxl con pixel più grandi che misurano 1.55 micron, non sono passati inosservati in casa coreana ed infatti, a soli tre mesi da quel lancio, Samsung ha deciso di stringere una partnership con Fujifilm per la lavorazione di nuovi sensori "più grandi e luminosi". Come infatti scrivevamo a giugno "il nuovo Isocell Plus sarebbe più sensibile alla luce rispetto al sensore retroilluminato (BSI) e offrirebbe una maggiore fedeltà cromatica. Inoltre questa tecnologia permetterebbe di realizzare sensori con pixel da 0.8 micrometri (μm) senza perdita di prestazioni, una soluzione che aprirebbe le porte allo sviluppo di fotocamere di alta risoluzione da oltre 20 megapixel."

Ed eccoci quindi arrivati ai giorni nostri. I nuovi Isocell si chiamano Bright GM1 e Bright GD1 e sono sensori CMOS da ben 1/2", con pixel che misurano proprio 0.8 micrometri (μm) e la tecnologia di isolamento delle celle Isocell Plus. Nonostante questo incanalamento della luce che ne contiene la dispersione, sono anche dotati della tecnologia Tetracell, ovvero sono in grado di fondere assieme quattro pixel per migliorare la lettura in ambienti con scarsa illuminazione e offrire una sensibilità equivalente a quella di un sensore di immagine con pixel da 1.6 micrometri (μm): tutto ciò garantirebbe una risoluzione pari a 12 Mpxl per GM1 e a 8 Mpxl per GD1.

I nuovi sensori Samsung Isocell Bright dovrebbero entrare in produzione entro la fine del 2018..e forse li vedremo già sui prossimi Galaxy.

Immagine non disponibile
commenti (0)

Notizie Correlate:
11/10/2018 Samsung presenta Galaxy A9, il primo smartphone con quattro fotocamere
03/07/2018 Samsung, un bug spedisce a caso le tue foto ai tuoi contatti!
28/06/2018 Fujifilm e Samsung: insieme per il sensore Isocell Plus
25/02/2018 [MWC 2018] Samsung Galaxy S9 ed S9 Plus: tecnologia Dual Aperture e Super Slow Motion a 960fps
30/03/2017 Samsung Galaxy S8 e S8+: cosa c'è di nuovo
28/02/2017 [MWC17] Samsung presenta Galaxy Book
14/07/2016 Samsung lancia le nuove schede UFS
18/05/2016 Samsung presenta la sua nuova microSD EVO Plus da 256GB
18/05/2016 Nuovi firmware per Samsung NX1 e NX500
22/02/2016 [MWC16] Samsung presenta il nuovo Galaxy S7 con tecnologia Dual Pixel AF
Bookmark and Share

© 2015 Rodolfo Namias Editore Srl. Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati.
Rodolfo Namias Editore Srl si trova in Via della Guardia, cap 29012 a Caorso PC (Italy)
p.iva:01656840335 - tel:(+39)02.7000.2222 / fax:(+39)02.71.30.30 - info(chiocciola)fotografia(punto)it / abbonamenti(chiocciola)fotografia(punto)it
alla scoperta della fotografia
cerca nel sito
Accedi al sito
User
Password